Il giardino di Bama

Proteggiamo i gerani

mercoledì 7 dicembre, 2016

I gerani (il loro vero nome è pelargoni) sono piante molto curiose. Le trattiamo come fossero delle piante da fiore qualunque, ma hanno alcune caratteristiche che le differenziano nettamente dalle altre che teniamo normalmente sul balcone o alle finestre. Originari del Sud Africa, si sono evoluti in condizioni molto diverse da quelle in cui le coltiviamo. Le loro foglie carnose e i loro fusti sono delle vere riserve d’acqua. Ai limiti del deserto, dove sono stati trovati la prima volta, hanno imparato a conservare l’acqua al loro interno (un po’ come fanno le piante grasse) per resistere alla siccità e agli sbalzi di temperatura tipici del luogo.

gerani1

Continua a leggere »

Ci piacciono i kaki? Seminiamoli

mercoledì 23 novembre, 2016

Uno dei piaceri del giardinaggio è quello di vedere crescere, quasi dal nulla, una pianta. Eppure, curiosamente, abbiamo perso l’abitudine di usare i semi che abbiamo in abbondanza. È il caso del kako (possiamo scriverlo come vogliamo, tanto il suo nome vero è Diospyros kaki, ma nessuno lo chiama così) che contiene molti semi, piuttosto belli per la verità. A cosa serve un seme se non a produrre una nuova pianta?

cachi2

Continua a leggere »

Cosa fare della terra dei vasi

mercoledì 26 ottobre, 2016

Man mano che il terrazzo si svuota si presenta il solito problema di cosa fare della terra presente nei vasi, o meglio ci si pone la domanda: “Possibile che si debba buttare?”. In effetti, la terra dei vasi risulta a fine stagione decisamente sfruttata, povera e ben diversa da quella che avevamo acquistato in primavera. Molti rimandano il problema al momento di rinvasare nuove piante l’anno prossimo, ma questo sarebbe il periodo ideale per occuparsene.

Nei vasi non avviene la rigenerazione della terra che invece avviene in giardino o nell’orto. Non c’è lo spazio sufficiente e il materiale utile perché questo avvenga. Possiamo comunque fare qualcosa per evitare di gettarla completamente. Una delle pratiche consigliate, ad esempio, consiste nel raccogliere tutta la terra dei vasi in un sacco dell’immondizia (meglio se doppio) oppure in un grosso vaso vuoto.

3da47f8979ab20da32bbec0d0e4e6cf7de54ea6b5ce056d40dpimgpsh_fullsize_distr

Continua a leggere »

Cambia la temperatura

venerdì 14 ottobre, 2016

Abbiamo già riportato in casa le piante verdi? Se ce ne siamo dimenticati, è bene provvedere. La temperatura, specialmente alla notte, è cambiata e le piante verdi, generalmente di origine tropicale, non sopportano le basse temperature se non per brevi periodi. Riportarle in casa può rappresentare, però, uno stress perché riduciamo drasticamente la luminosità, sia in termini di quantità che in termini di ore di esposizione. Limitiamo anche l’aria disponibile tra il fogliame, sottoponendole così a un clima molto diverso. Per questo poniamole, almeno all’inizio, il più vicino possibile a una finestra dove possano raccogliere quanta luce gli serva.

bd11864da05312199bd971884bf3670d855d677f93ebb0b4d1pimgpsh_fullsize_distr

I vasi Brick di Bama

Continua a leggere »

L’anturio in fiore

mercoledì 28 settembre, 2016

L’anturio in queste settimane produce i suoi originali fiori. In realtà si tratta di spighe erette circondate da una brattea (che poi altro non è che una foglia modificata con l’obiettivo di attirare gli insetti) di colore rosso sgargiante. L’essere stato all’aperto, in una posizione luminosa ma protetta, ha fatto certamente sviluppare questa pianta che presenta nuove foglie e fiori.

cid_5b8331e1-7c9d-4307-ac78-5982ff031fe9

Continua a leggere »

Il ritorno dalle vacanze

mercoledì 14 settembre, 2016

Siamo tornati dalle vacanze sognando di trasferirci lì, dove siamo stati: piantare tutto, cambiare vita, in meglio. Poi, è bastata una settimana per dimenticarci dei buoni propositi, del sole, degli aperitivi con gli amici, delle ricche giornate di sole… E le nostre piante? Come hanno vissuto nel frattempo? Per loro la nostra vacanza forse è stata un incubo. Qualcuna non ha retto, qualcun’altra è esattamente come l’abbiamo lasciata, altre appaiono sofferenti, brutte, con qualche foglia afflosciata e qualche rametto secco. Urge una cura di ringiovanimento che le riporti al primitivo splendore.

post_giardino1
L’Annaffiatoio di Bama

Continua a leggere »

Quasi, quasi, semino un frutto!

mercoledì 24 agosto, 2016

L’estate, le vacanze, le gite fuori porta offrono l’opportunità per scoprire le tante varietà di frutta presenti sul nostro territorio e a cui la grande distribuzione ci ha purtroppo disabituato. Non è difficile, infatti, in qualche mercato di provincia, imbattersi in albicocche, pesche o susine fuori del comune, provenienti magari non già da qualche coltivazione intensiva, ma da piccoli frutteti poco più che domestici. È generalmente la frutta migliore, quella magari un po’ bruttina da vedere, butterata o pizzicata da qualche parassita goloso, ma molto gustosa. D’altronde – questo deve essere il nostro ragionamento- se il parassita l’ha trovata buona è perché non contiene alcun prodotto nocivo e se va bene a lui, deve andar bene anche a noi… Ma il punto è: perché non cimentarsi nella semina del pesco, dell’albicocco e del susino?

ALBICOCCHE-COP-640x416

Continua a leggere »

Quale drenaggio per i vasi a riserva d’acqua

giovedì 4 agosto, 2016

I vasi a riserva d’acqua, si sa, sono una grande invenzione: non solo permettono di allungare i tempi tra una annaffiatura e l’altra, ma permettono anche di garantire alla pianta le migliori condizioni perché il terreno rimane sempre umido. Questo avviene perché l’acqua presente alla base del vaso lambisce il terreno e lo mantiene umido. Una delle domande più ricorrenti quando si adotta un vaso di questo tipo è: “Come fare lo strato di drenaggio?”.

Continua a leggere »

Un fiore per i balconi in ombra

mercoledì 27 luglio, 2016

La fucsia è il fiore ideale per chi non ha il privilegio di essere esposto a sud. Questa pianta deve il suo nome al medico bavarese Leonhart Fuchs e il colore tipico del fiore, tra il rosa e il violetto, fu battezzato nell’Ottocento “fucsia”. Non si chiama dunque fucsia a causa del colore, bensì il contrario. Tornando alla pianta, non ama la luce diretta del sole, ma una posizione normalmente in ombra dove il sole al massimo giunge nel primo mattino per poche ore.

post-un-fiore-per-i-balconi-ombra

Continua a leggere »

Girasole, un fiore alieno

venerdì 8 luglio, 2016

L’estate porta i girasoli, fiori bellissimi e ammiratissimi, forse tra i più amati. Gli Incas identificavano questo fiore nel Dio stesso: pensavano che il suo guardare continuamente verso l’astro celeste fosse un modo per dialogare continuamente con il sole. Altre culture rimasero affascinate da questo splendido fiore, finché la scienza non decise di guardarlo da vicino fino a scoprire che… non è un fiore.

post-girasole1

Continua a leggere »