Il giardino di Bama

PIOGGIA SUL TERRAZZO: LE PIANTE HANNO ANCORA SETE?

martedì 29 aprile, 2014

Dopo una o due giornate di pioggia dobbiamo avere sempre laccortezza di vuotare i sottovasi delle piante esposte allacqua.

Se lasciamo lacqua infatti il terreno si infradicisce e le piante entrano in sofferenza. Per contro, se i vasi non sono esposti alla pioggia (perché il terrazzo è coperto da un altro terrazzo) ricordiamoci di controllare che il terreno sia umido.

pioggia_foresta500

Molto spesso infatti dopo una o due giornate di pioggia siamo indotti a pensare che le nostre piante non abbiamo bisogno di acqua, mentre invece hanno sete esattamente come se non piovesse (e in effetti per loro, al coperto, non piove affatto).

Continua a leggere »

UN GLICINE ANCHE IN VASO

venerdì 25 aprile, 2014

Il glicine (Wisteria sinensis) è una delle piante più apprezzate per le sue splendide fioriture profumate che in queste settimane possiamo ammirare un podovunque.

È una pianta robustissima che non teme il gelo e che, se ben esposta al sole, cresce rapidamente coprendo in pochi anni pergole e tralicci di ogni genere. Il suo vigore è tale che i suoi rami, inizialmente flessibili e volubili, diventano poi legnosi e robusti come dei veri tronchi.

shutterstock_145807262

Le radici non sono da meno perché pescano in profondità e con la stessa forza dei rami, sono in grado di sollevare la pavimentazione di un giardino o il marciapiede di una strada. Per questo non andrebbe mai piantato troppo vicino allabitazione.

Continua a leggere »

LA TERRIBILE FARFALLINA DEL GERANIO

martedì 22 aprile, 2014

Per anni siamo stati ossessionati dalla farfallina del geranio, un parassita che distruggeva i nostri gerani (pelargoni) e contro cui non esisteva alcuna cura.

Si parla di farfallina, ma questo è lo stadio adulto, pressoché innocuo, se non per il fatto che deposita le sue uova sui gerani e le larve che nascono si infilano nel fusto della pianta e lì crescono. Crescono nutrendosi del midollo della pianta stessa e quando sono diventate troppo grandi per stare allinterno, escono e divorano quello che resta…

Continua a leggere »

LE PIANTE IN UFFICIO

venerdì 18 aprile, 2014

Chi passa la sua giornata in un ufficio finisce, prima o poi, per mettersi sulla scrivania una piantina. Ma in ufficio, non si sa come, le piante hanno particolare difficoltà a resistere e ingrandirsi. Spesso è solo una questione di adottare alcune piccole strategie.

Vaso Brezza

Innanzitutto scegliamo un vaso adeguato: il classico vasetto con sottovaso può non andare bene, finisce con lo sporcare e non fornire alla pianta le condizioni ideali di crescita. Scegliamo perciò un vaso a riserva d’acqua come il Brezza: non solo manterrà il terreno umido senza sporcare minimamente la scrivania, ma ci permetterà di sapere sempre quanta acqua mettere senza esagerazioni.

Continua a leggere »

L’IMPORTANZA DEL CONCIME

martedì 15 aprile, 2014

Si è indotti a pensare che le piante abbiano bisogno solo di acqua, ma non è così. Hanno bisogno anche di “mangiare” cioè di trovare nella terra tutti gli elementi utili per la loro vita.

Si tratta di Azoto, Potassio, Fosforo (il famoso NPK, unione dei simboli chimici di queste tre sostanze), ma anche di una piccola varietà di elementi che, sia pure in piccolissime dosi, devono essere presenti nel terreno.

Continua a leggere »

LA NASCITA DEL VASO

venerdì 11 aprile, 2014

La tradizione vuole che si deve a Lorenzo deMedici e al suo desiderio di avere delle piante di arance e limoni nei suoi giardini in Toscana, la nascita del vaso come oggi lo conosciamo.

Prima di allora le piante venivano tuttal più trasportate in otri, ma nessuno aveva ancora pensato a un contenitoreche potesse stabilmente contenere una pianta.

Lintuizione di qualche giardiniere dellepoca invece fece sì che si cominciassero a costruire i primi vasi in terracotta, grandi e preziosamente decorati, ideali per coltivare appunto gli agrumi che, in estate possono a ragione decorare ville e giardini anche in Toscana, ma che in inverno devono poter essere protetti dal clima per niente favorevole.

Come-coltivare-limoni-vaso-640x344

Il vaso permetteva così di mettere le piante dove meglio era richiesto dal buon gusto dellepoca, per adornare ingressi e viali, facendo di un qualsiasi giardino qualcosa di assolutamente spettacolare.

Continua a leggere »

FIORI ANCHE IN OMBRA!

martedì 8 aprile, 2014

Spesso ci si rammarica del fatto che il proprio balcone o le proprie finestre non siano esposte a Sud e quindi ricevano poco sole o siano addirittura sempre in ombra. Si pensa che in queste condizioni non sia possibile avere dei vasi fioriti, ma ci sbagliamo. La Lobelia, ad esempio, è una pianta poco usata -sarà una questione di moda? – che invece meriterebbe maggiore attenzione.

È di per sé una pianta perenne, ma viene coltivata abitualmente come annuale; non ha nessuna particolare esigenza e fiorisce bene ance in posizioni ombreggiate e semiombregiate.

shutterstock_127265288

Al suo attivo ha una produzione di fiori quasi ininterrotta da aprile fino a ottobre nei colori viola, azzurro, ma anche rosa, rosso e giallo.

Continua a leggere »

MESSER TULIPANO: SE SEI AMANTE DEI TULIPANI QUESTA BELLISSIMA MANIFESTAZIONE E’ DEDICATA A TE

venerdì 4 aprile, 2014

Per chi ama i Tulipani…

dal 5 aprile al 1 maggio la straordinaria manifestazione Messer Tulipano:che richiama ogni anno migliaia di visitatori per una magica quanto esemplare fioritura scalata di migliaia di tulipani con mille colori e varietà.

Il tutto in una dimora affascinante come è Il Castello di Pralormo vicino Torino. Un’esperienza a cui Bama parteciperà…venite ad incontrarci!
Per maggiori informazioni www.castellodipralormo.com

Messer Tulipano 2014_VOLANTINO GRUPPI

Pralormo_1

Pralormo

OGNI PIANTA HA LA SUA FORMA

martedì 1 aprile, 2014

Vi raccontiamo come ogni specie di pianta, sia essa un cespuglio, un albero o unerbacea, ha acquisito nel corso della sua lunga evoluzione una forma che le è propria e congeniale, sviluppata per adeguarsi allhabitat che gli è più congeniale.

Le conifere, ad esempio, essendo tipiche piante di montagna, hanno assunto probabilmente la loro forma a cono per evitare di rimanere schiacciate dalla neve; il pino marittimo, per contro, si apre ad ombrello per raccogliere quanta più luce possibile.

Alcune hanno sviluppato un fusto che le permette di sopraelevarsi sulle altre specie e vedere la luce, altre si sono specializzate nellarrampicarsi sulle altre piante o su qualsiasi supporto, altre ancora preferiscono restare basse e strisciare sul terreno.

shutterstock_133171451

Qualunque sia la loro forma, le piante crescono in modo da raccogliere quanta più luce possibile e per questo, se poste in una posizione luminosa, si sviluppano in modo omogeneo in tutte le direzioni, facendo crescere le foglie in modo da avere una superficie fogliare più estesa possibile.

Continua a leggere »