Il giardino di Bama

LE CURE GIUSTE PER I NOSTRI BONSAI

venerdì 26 giugno, 2015

Se abbiamo uno o più bonsai in casa in questo periodo dobbiamo trovare per loro una posizione riparata all’esterno.

Non devono stare al sole, ma godere della superiore luminosità della stagione non può che far loro bene.

È importante soprattutto che la posizione in cui li mettiamo sia riparata dalle correnti d’aria e sia ombreggiata per buona parte della giornata.

Risultati immagini per ombra bonsai

Le nostre piante in miniatura soffrono molto il caldo e per questo è bene sistemarli su un largo sottovaso pieno di argilla sempre bagnata e nebulizzare dell’acqua non calcarea sull’intero fogliame almeno una volta al giorno, nelle ore più calde. Controlliamo con regolarità che il terriccio rimanga umido, ma non bagniamo mai se prima la superficie della terra non appare completamente asciutta.

Risultati immagini per innaffiare bonsai

Se non abbiamo uno spazio all’esterno che possa andare bene, mettiamoli dietro a una finestra non esposta al sole, oppure preoccupiamoci di filtrare la luce del sole con una tenda leggera.
In questo periodo molte piantine iniziano a lignificare i nuovi rami; prima che questo avvenga dovremo piegarli e costringerli nella posizione desiderata utilizzando supporti e fili tesi allo scopo.

PERCHE’ LE PIANTE BEVONO?

martedì 23 giugno, 2015

La domanda potrebbe sembrare banale, ma non tutti forse hanno mai considerato che le radici non hanno denti…

…non possono masticare dunque e l’unica cosa che possono fare è assorbire le sostanze nutritive contenute nel terreno solo attraverso l’acqua.

Ma l’acqua svolge anche altre importanti funzioni. Innanzitutto è alla base della linfa che scorre dalle radici alle foglie più lontane con una funzione simile a quella del sangue nel corpo umano.

Risultati immagini per linfa foglie

Inoltre è grazie all’acqua, o meglio alla sua evaporazione attraverso gli stami delle foglie, che la pianta si mantiene fresca nonostante stia sempre al sole. Se tocchiamo infatti una foglia, benché sia esposta al sole dalle prime ore del mattino, ci sembrerà sempre fresca. Questo è dovuto al fatto che l’acqua, trasportata dalla linfa nelle foglie, evapora ed evaporando, grazie a un noto principio fisico, raffredda la superficie.

I vasi a riserva d’acqua sono, sotto questo aspetto, una grande invenzione perché assicurano la giusta umidità al terreno per molti giorni, senza dovercene preoccupare. Ad esempio le Fioriere Brick di Bama, o la Fioriera Brezza:

BRICK - kit 5 fioriere componibili           BRICK - kit 5 fioriere componibili

fioriera Brezza             fioriera Brezza

 

Se manca l’acqua perciò, le foglie si surriscaldano e seccano, il processo fotosintetico si interrompe e la pianta muore.

Continua a leggere »

LE PIANTE DA FRUTTO CHE VOGLIAMO

mercoledì 3 giugno, 2015

A chi non è successo di pensare: “e se piantassi il nocciolo?”. Forse è venuto in mente a noi, forse ce l’hanno chiesto i bambini, ma il dubbio che sia possibile ottenere un pesco dal nocciolo di una pesca in fondo è venuto a tutti.

Ed è esattamente così. Non c’è alcun motivo per cui da un seme non nasca una pianta, a meno che sia stata trattata geneticamente perché rimanga sterile. Ma se abbiamo la buona abitudine di acquistare la frutta dal contadino o al mercato e ne conosciamo la provenienza, avremo senz’altro a disposizione frutta “normale”, naturalmente fertile.

Risultati immagini per SEMI nespole    Risultati immagini per SEMI ciliege    Risultati immagini per SEMI pesche

E allora perché non cimentarci, per il nostro piacere, per la meraviglia negli occhi dei nostri bambini, nell’ottenere delle piante “vere” dai noccioli della frutta? Possiamo applicarci con le nespole, le ciliegie, le pesce e gli albicocchi o le susine.

Non è difficile, se conosciamo i pochi trucchi per farli germinare. Possiamo usare un vaso, ma, più facilmente, una cassetta o, alla mal parata, una di quelle vaschette di plastica in cui ci viene venduta la frutta nei supermercati. Usiamo della sabbia di fiume o, se non la troviamo, del terriccio per piante grasse (è molto sabbioso). Riempiamo la vaschetta per tre quarti e, con lo spruzzatore, inumidiamo tutto il terreno perché sia umido, non fradicio.

Risultati immagini per piantare semi alberi frutto

Mettiamo i nostri noccioli a 8-10 cm di distanza uno dall’altro e premiamoli nel terreno perché stiamo appena sotto il livello della terra. Copriamoli di terra con la mano e chiudiamo la vaschetta con la pellicola per alimenti a cui faremo uno o due buchetti in un angolo.
Mettiamo la vaschetta in una posizione luminosa, dove il sole non la colpisca e aspettiamo: possono essere necessarie alcune settimane, persino due mesi, ma prima o poi, se il seme germina, vedremo spuntare la piantina.

Risultati immagini per germogli semi alberi frutto

Se l’esperimento è riuscito, non facciamo nulla fino a ottobre, tranne togliere la pellicola e mantenere il terreno umido. Nella seconda metà del mese metteremo ogni seme germinato, raccolto con la terra che gli sta attorno, in un vasetto da 8-10 cm pieno di terriccio universale. Conserviamo il tutto in una serretta o in un luogo fresco per tutto l’inverno.

Continua a leggere »