Il giardino di Bama

DEVO CAMBIARE LA TERRA AI VASI?

martedì 22 marzo, 2016

Ogni anno la domanda per chi ha un balcone o un terrazzo è sempre la stessa: bisogna cambiare la terra dei vasi prima di piantarvi delle nuove piante? E le fioriere, quelle che contengono arbusti e alberelli, come le devo trattare?

Ecco i nostri consigli. La terra dei vasi, specialmente di quelli più piccoli, appare particolarmente sfruttata e andrebbe perciò sostituita completamente.

Risultati immagini per terriccio vaso

Ricordiamo che nel vaso non possono avvenire quei delicati processi di rigenerazione che invece avvengono naturalmente in piena terra. Il terriccio risulta perciò ampiamente sfruttato dalle precedenti colture e dilavato dall’acqua: non contiene quasi più sostanze nutritive utili, né minerali preziosi per la vita delle piante. Meglio dunque sostituirlo in toto.

Risultati immagini per terriccio vaso

 

Per i vasi un po’ più grandi (30-40 cm di diametro) si può invece optare per una sostituzione parziale. L’ideale per questo è rovesciare l’intero contenuto del vaso su un foglio di plastica, mescolarlo con terriccio nuovo di buona qualità in ragione del 50%. Per dare maggiore consistenza e struttura al terreno possiamo aggiungere anche un 10% di torba e alcune manciate di letame pellettato. Il mix così ottenuto può essere utilizzato per riempire nuovamente i vasi: il risparmio è evidente.

Continua a leggere »

UN GIARDINO DI TULIPANI

martedì 15 marzo, 2016

I tulipani sono tra i fiori che vantano il maggior numero di ibridazioni e incroci.

Ogni anno i vivaisti olandesi, specializzati da sempre in questa attività, propongono tulipani sempre nuovi, sfrangiati, bicolori, alti o bassi, più o meno persistenti.

C’è un posto, nel Nord Italia, vicino a Torino, dove i tulipani “nuovi” si mettono in bella mostra. Parliamo del Castello di Pralormo dove ormai da molti anni si tiene, nel mese di aprile, si tiene la manifestazione “Messer Tulipano”.

Continua a leggere »

UNA PRIMAVERA INASPETTATA

martedì 8 marzo, 2016

Il clima di quest’anno è decisamente imprevedibile. Siamo a febbraio, ma le mimose sono già fiorite, i pruni si stanno riempiendo di fiorellini rosa, le ortensie e le rose stanno già buttando.

Sia le piante in terra, sia quelle in vaso sono già uscite dal loro sonno invernale e si apprestano a produrre foglie e fiori. Saremmo persino tentati di procurarci già dei fiori e abbellire il terrazzo.

Risultati immagini per fioriture primaverili

I garden center sono già pieni di proposte: sono già pronte le piantine di pomodoro, di peperone, i gerani e le piante da fiore. Noi consigliamo prudenza: non lasciamoci prendere da facili entusiasmi. Una delle variabili importanti ai fini della coltivazione di qualsiasi pianta è il fotoperiodo, ovvero la lunghezza del giorno.

Risultati immagini per luce sole

Al di là del fatto che possiamo avere delle giornate con temperature primaverili, ricordiamoci che la notte è ancora giustamente fredda e comunque le ore di luce sono ancora insufficienti per la maggior parte delle piante.

Continua a leggere »

UNA CIOTOLA DI CROCHI

martedì 1 marzo, 2016

Il croco è una bulbosa tra le prime a fiorire; appena avverte, dopo il freddo invernale, un cambio di temperatura, eccolo spuntare, anche attraverso la neve e aprire le sue larghe corolle viola, gialle o bianche.

Il meccanismo che fa “scattare” la fioritura è proprio la variazione di temperatura: dopo aver “sentito” il freddo invernale, la pianta interpreta come primaverile un aumento della temperatura e quindi germoglia e fiorisce.

È grazie a questo che è possibile far fiorire in qualsiasi stagione le bulbose primaverili; si chiama forzatura e possiamo sfruttarla anche noi per farci una ciotola di crochi o di un’altra pianta in casa.

Non ci sarà difficile infatti trovare nei garden center o nei vivai dei bulbi “frigoconservati”, tenuti cioè rigorosamente al freddo in un ambiente che riproduce la temperatura invernale. Ci basta portarli a casa e interrarli in una ciotola riempita con terriccio umido (non bagnato, mi raccomando, altrimenti i bulbi marciscono).

Risultati immagini per bulbose in vaso

Mettiamo i bulbi vicini, vicini, senza preoccuparci tropo della distanza consigliata. Mettiamo la ciotola in buona luce: al caldo della casa presto vedremo spuntare i germogli e da essi il fiore. A noi toccherà solo mantenere il terreno umido, spruzzando sulla superficie dell’acqua.

Continua a leggere »